fbpx

Peeling Chimico

Peeling Chimico

Meccanostimolazione e Trazione

 

Il peeling chimico è una tecnica dermatologica che consiste nell’applicazione di uno o più agenti chimici esfolianti e/o irritanti sulla cute per un periodo sufficiente ad interagire con strati cellulari dell’epidermide sempre più profondi  e successivamente del derma, provocando un danneggiamento selettivo e prevedibile della cute.

 

I peeling chimici si suddividono in:

  • Molto superficiali (esfoliazione della parte piu’ superficiale dell’epidermide)
  • Superficiali (esfoliazione dello strato corneo e del basale)
  • Medi (esfoliazione dell’epidermide e di una parte o di tutto il derma papillare)
  • Profondi (eliminazione dell’epidermide fino al derma reticolare)

 

A seconda del tipo di acido utilizzato, della modalità e dei tempi  di applicazione un peeling è in grado di dare esfoliazione, aumentando il ricambio cellulare, sebo-regolazione, ristrutturazione della componente fibrosa del derma: il tutto si traduce in una pelle più tonica, levigata e luminosa. Pertanto è possibile utilizzarli in caso di foto e crono-invecchiamento, acne, cicatrici e smagliature, macchie, dermatite seborroica, rosacea.

 

I peeling maggiormente utilizzati sono acido glicolico, acido mandelico, acido piruvico, acido salicilico e acido tricloroacetico.

Tra i peeling di nuova generazione, invece, troviamo THALEUM, PRXT33, DERMAMELAN e WHITE-PEEL